Tatuaggio a tradimento

Caro Ranger, la settimana prossima mi sposo!!!! Perchè i 4 punti esclamativi? Beh! Soprattutto per il grande sollievo di uscire dal branco di quelle zitelle stronze delle mie amiche.
Si, stavolta me l’hanno fatta grossa e ho rischiato l’infarto ad un passo dall’altare.
Eppure, ero riuscita a trovare la giusta pace interiore per godermi anche tutti i preparativi del matrimonio, ma poi, qualche giorno fa … l’addio al nubilato!

Io di principio sono una persona tranquilla e riflessiva, niente pazzie e niente eccessi, quindi ero pronta a mantenere lo stesso controllo anche durante il mio addio al nubilato.
Peccato che non avevo fatto i conti con quelle iene delle mie amiche!
Prima tappa, spa! E fino a quel punto tutto bene, massaggio, sauna, oli caldi, musica new age, doccia cromoterapica … Ma dopo la quiete, fu tempesta!

Mi trascinarono in un locale nei pressi di un raduno di harleysti già tutti ubriachi ancor prima di entrare e dove l’attrazione della serata erano cinque bellissime tatuatrici americane in lingerie sexy che, senza troppi complimenti, bucherellavano pelle a destra e manca. L’inferno!
Fortunatamente il servizio d’ordine era efficiente al punto che nessuno di quei demoni era riuscito ad avvicinarsi a noi, ma quando si sparse la voce della presenza della “nubile precaria”, nulla poté fare per evitare la sequenza infinita di spogliarelli improvvisati da parte dei più etilici della festa e i giri di vodka offerti a fiume al nostro tavolo di “sole donne”.
Anche solo le esalazioni di quei bicchieri erano sufficienti per ubriacarsi, ma per non fare la figura della bigotta iniziai anche ad assaggiarne qualcuno, sempre con maggiore convinzione. Un paio d’ore dopo, fu blackout completo.

Sono tornata in me solo la mattina seguente. “Mal di testa post sbornia? Presente! … Anello di finanziamento, con diamantino? Presente! Fiuuu! … Tatuaggio sulla spalla con la scritta “Max” in un cuore con tanto di vaselina e cellofan? … COOOOOOOSAAAAA?!! E da dove è uscito questo??”
Volevo morire! Sono scoppiata a piangere. Non solo era un tatuaggio orribile, ma una domanda mi tormentava, "ma chi …zzo è MAX?" Il mio fidanzato si chiama Luca!

Presi il telefono e iniziai a urlare contro una delle mie amiche tutta la mia rabbia e il mio disprezzo, minacciando fulmini e saette contro loro, i gestori del locale, le tatuatrici zoccole, i motociclisti e le loro moto di merda, tutti insomma … E lei, invece di cercare giustificazioni, rideva in modo irritante.
Solo dopo essere riuscita a prendere fiato, mi confessò che si trattava di uno scherzo e che quel tatuaggio era semplicemente uno scarabocchio fatto con l’henné :)

Toast Ranger