È stato solo un brutto sogno ... o no?

Caro ranger, il segreto che voglio raccontarti, coincide con il mio incubo peggiore e ricorrente.
Sono un papà di tre splendidi bimbi di 2, 4, e 6 anni … E la tabellina per me, finisce qui! ;)

Come tutti i papà sarei pronto a tutto per proteggere i miei figli, anche a dare la vita. Ma nel mio incubo peggiore, questo non basta.

Credo che all’origine dei miei sogni ricorrenti, ci sia la tragedia di Lampedusa del 3 ottobre del 2013 dove persero la vita centinaia di persone tra cui diversi bambini. Ricordo che mi sconvolse tantissimo quella vicenda e ogni volta che sento notizie di altri naufragi, ammaraggi, allagamenti e ogni tragedia legata al mare, per i giorni successivi, torno ad essere vittima impotente del mio incubo.

Sogno di essere in mare aperto cercando con tutte le mie forze di tenere a galla i miei bambini con l’angoscia enorme di chi sa di non poter continuare a lungo.
Il risveglio improvviso nel cuore della notte porta con se quel sapore orribile di trovarsi di fronte alla scelta, in un caso del genere, di lasciarsi andare o cercare di salvarne almeno uno.

Quando penso che quella notte nelle acque di Lampedusa qualche genitore come me, abbia vissuto realmente il mio incubo, mi viene da stringere forte i miei bimbi per nascondere nel loro abbraccio la vergogna di provare soddisfazione nel pensare che il mio, “è stato solo un brutto sogno”.

Toast Ranger